I parassiti esterni negli animali domestici

I parassiti esterni negli animali domestici

Uno dei problemi più frequenti che colpiscono cani e gatti sono i parassiti esterni. Questi parassiti possono portare a situazioni di debilitazione, nonché possono trasmettere malattie anche gravi, le quali potrebbero essere una minaccia per la vita stessa del soggetto. La prevenzione è dunque fondamentale.

I parassiti più comuni sono:

  • Pulci: salgono sull’animale e si nutrono del suo sangue, si riproducono e depositano decine di uova. L’infestazione massiva può portare dalla debilitazione alla dermatite allergica con prurito incessante.

  • Zecche: aumenta notevolmente le proprie dimensioni nutrendosi del sangue dell’animale dopo che vi si è attaccata. Esse depositano larve sull’ospite che quando si schiudono ricominciano il ciclo. Esse possono portare a grave debilitazione da anemia.

  • Acari: sono causa di un prurito molto invalidante e se trascurate possono portare a malattie molto gravi come le Rogne.

La difesa dai parassiti esterni è basata sulla prevenzione. Oggi esistono principi attivi con lo scopo di avere azione repellente e abbattente e rendere sterili gli animali da pulci e zecche. Il metodo utilizzato varia in base alla specie da trattare, le abitudini di vita dell’animale e anche la sua tolleranza. Si consiglia, per una corretta somministrazione del farmaco, di chiedere prima un parere al medico veterinario curante.

Gli antiparassitari presenti in commercio sono di tre tipi: compresse per via orale, “spot on”, venduti come fialette di soluzione efficaci contro i parassiti, infine vi sono i collari che hanno ottima capacità repellente.

[iFARMA EDITORE, “iFarma Focus-Lo sviluppo del settore veterinario”, SPECIALE MARZO 2018]

Postato in data 14/06/2018 Home, Veterinaria 0 329

Lascia un commentoLeave a Reply

Devi essere loggato per scrivere un commento.
Succ
Prec

Nessun prodotto

Da calcolare Spedizione
0,00 € Totale

Concludi acquisto