Difendersi (davvero) dai raggi ultravioletti

Difendersi (davvero) dai raggi ultravioletti

I prodotti anti-sole difendono la cute dai raggi ultravioletti, che sono dannosi se assorbiti in quantità eccessiva. I raggi da cui difendersi sono di due tipi: A e B. Gli ultravioletti A (UVA) hanno la capacità di penetrare in profondità, modificando la struttura delle cellule e provocando invecchiamento cutaneo, mentre quelli B (UVB) colpiscono la superficie dell'epidermide e sono responsabili di irritazioni e bruciature.

L'esposizione intensa alle radiazioni ultraviolette rappresenta il fattore di rischio principale per l'insorgenza di melanoma, basaloma e spinalioma; il melanoma è tipico delle persone chiuse in ufficio e che d'estate, per 2-3 settimane, si mettono sconsideratamente al sole mentre basalioma e spinalioma colpiscono invece di più chi subisce l'esposizione cronica, come marinai e agricoltori.

L'indice SPF (Sun Protection Factor, fattore di protezione solare, da 6 a 50+) misura la capacità di filtrare i raggi UVB, mentre il valore della copertura dai raggi UVA non è indicato con la stessa chiarezza: può essere descritto come "protezione UVA molto alta" o con la sigla PPD (Persistent Pigment Darkening, pigmentazione persistente). In alcuni casi sulla confezione viene riportata la dicitura UVA all'interno di un cerchio: secondo la normativa europea, ciò significa che la protezione dai raggi UVA è almeno un terzo dell'SPF indicato.

Postato in data 10/06/2019 Home, Salute e Sanitaria 0 137

Lascia un commentoLeave a Reply

Devi essere loggato per scrivere un commento.
Succ
Prec

Nessun prodotto

Da calcolare Spedizione
0,00 € Totale

Concludi acquisto